I pannolini lavabili necessitano di un lavaggio preliminare a 60° per togliere gli oli della produzione.

IL PANNOLINO SPORCO: Dopo aver tolto gli eventuali residui solidi (scuotendo il pannolino sopra il WC, eventualmente con l'aiuto di un raschiettino, di una spazzolina o di un coltellino in plastica) o risciacquato il pannolino sotto il getto dell'acqua fredda (l'acqua calda fisserebbe le macchie) per la pupù liquida dei neonati, i pannolini sporchi possono essere raccolti in un bidoncino a secco (acquistabile in un qualsiasi supermercato) e preferibilmente all'aria aperta.

CONSIGLI DI LAVAGGIO: non è necessario un lavaggio separato! I pannolini possono essere lavati con il resto del bucato a 40, 50 o 60°C. Basta pochissimo per pulirli ed igienizzarli, non esagerate con il detersivo (rischiereste soltanto di cerare i tessuti che poi non assorbirebbero più come dovuto). Non c'è un metodo particolare ma con il tempo ve ne accorgerete voi con che metodo vi trovate meglio. Cominciate semplicemente con:

  • 1 CUCCHIAIO di detergente (preferibilmente in polvere dato che è meno saponoso) (1/3, 1/4 della dose normale consiglita di detersivo)
  • Volendo può essere utilizzato anche il percarbonato insieme al detersivo, che igienizza, sbianca e smacchia.

Non servono assolutamente Igienizzanti (Napisan, ...)! Sono inquinanti e costosi!

VIETATISSIMI AMMORBIDENTE E VARECHINA!!Il primo cera i tessuti, il secondo li danneggia.

VIETATI anche i SAPONI DA BUCATO (es. sapone di marsiglia) in quanto lasciano un residuo che tende ad impermeabilizzare i pannolini e quindi a ridurne l'assorbenza.

ASCIUGARE (se la stagione lo consente) all'aria aperta sotto il sole che sbianca ed igienizza i tessuti. È possibile asciugarli nell'asciugatrice facendo attenzione a non mantenere una temperatura troppo elevata. Evitare di mettere in asciugatrice il PUL (quindi mutandine, parti esterne dell'AI" e gli AIO).

Abbiate PAZIENZA con i vostri pannolini! Se riscontrate perdite potrebbe essere dovuto alla durezza dell'acqua o all'utilizzo di un detergente saponoso o delle creme antiarrossamento. Si consiglia di eseguire uno (o anche due o tre) cicli a 60° senza detergente.

SALTUARIAMENTE per fare una pulizia a fondo potete usare un cucchiaio di PERCARBONATO SBIANCANTE insieme al detersivo. Per pannolini in cotone, le cui fibre possono diventare rigide (NELLA VASCHETTA DELL'AMMORBIDENTE) potete aggiungere una soluzione al 15%-20% di ACIDO CITRICO (100ml). Questa funzionano da ammorbidente e anticalcare. L'acido citrico ha anche la funzione di sciogliere gli eventuali residui di detersivo o percarbonato. Sconsigliamo l'uso dell'ACETO poiché essendo molto corrosivo per i metalli logoara parti della lavatrice.

ATTENZIONE alle creme antiarrossamento all'OSSIDO DI ZINCO: potrebbero macchiare i vostri pannolini e "cerarli". Nel caso di utilizzo è consigliabile interporre tra il culetto e il pannolino uno strato in pile o il velo cattura pupù.

Attenzione al CLORO che potrebbe rovinare il PUL delle mutandine o dei oannolini AIO.